Blog: http://WarmSun.ilcannocchiale.it

Ieri ho letto un articolo in cui parlavano con dati alla mano dell’impressionante aumento dei divorzi degli ultimi anni in Europa, e di conseguenza dell’aumento delle persone che decidono di vivere da sole. 

Poi leggo del sistema patriarcale, delle famiglie a stampo patriarcale, della società basata sul patriarcato, della struttura sociale e gerarchica della Chiesa a stampo maschilista, (addirittura all’interno dei conventi delle suore), della sfera sessuale fallocentrica… 

Vado a casa di un mio amico per fare dei lavori e, mentre lo aspetto, la moglie mi confida che nn ce la fa più, che prima o poi dovrà andare via xchè sta male a causa del marito, continua a trattarla con disprezzo e senza rispetto, provocando stati di nervoso, stress, depressione, ulcera allo stomaco, problemi alle vene delle gambe, emorragie pesanti e preoccupanti ad ogni mestruazione, le figlie e il figlio tutti in analisi da psicologi…

e lui?

…la sua unica preoccupazione…

il lavoro e …!

Un padre e marito incapace di dare Amore, un padre completamente assente nella vita delle figlie e del figlio ma autoritario e arrogante e violento nell’economia domestica, nn ha la minima idea di cosa sia questa “economia domestica”, però per lui spendono sempre troppo, povero, lui a lavorare tutto il giorno e loro che spendono e se la spassano!!! (così sostiene lui!)

(30 anni di matrimonio) 

Poi finisco in casa di una coppia di ragazzi sposati nel 2004, e mi ritrovo davanti ad una situazione che mi lascia senza parole…

Durante la chiacchierata con noi, lui ha continuato a dire alla sua giovane sposa “e vai a prendermi questo” “a vai a fare quell’altro” “e sposta di qua” “e fai così”

(COSAAAAAAAAA????????????)

(2 anni di matrimonio)

(sono aperte le scommesse su quanto dura ‘sto matrimonio!!!)

Poi guardo alla mia famiglia e rivedo quanto pesantemente e in modo anche negativo, la figura di mio padre, in quanto maschio, abbia condizionato la vita di tutti noi e quanto ancora mia madre sia succube di lui.

(35 anni di matrimonio)

Poi rivedo la mia di vita! tutte le mie esperienze, rileggendole in chiave diversa, adesso che capisco i meccanismi inconsci che mi hanno condizionato.

E penso:

“ma chi glielo fa fare ad una donna di sposarsi al giorno d’oggi?”

“e ponendo il caso che una si sposi, per Amore, per un questione “sociale”, “Il coronamento e il sigillo dell’Amore”, pensando che sia la giusta via da prendere, quanto durerà? Quanto rinuncerà ad Amarsi per Amore di suo marito?”

(Speriamo che suo marito nn sia come gli esempi di cui sopra! ;)

Ora nn dico che questo sia l’unico motivo di separazione, sarebbe estremamente semplicistico, riduttivo, banale, però credo che la società maschilista abbia ormai i giorni contati!!!

Credo che le donne nn abbiano più intenzione di passare sempre in secondo piano, di stare sempre all’ombra (se nn peggio), degli uomini.

La società, (grazie a Dio!) sta passando dalla famiglia patriarcale alla famiglia nucleare, dove la convivenza nn è più basata su ruoli rigidi, ma su ruoli naturali che seguono l’essere di una persona, addomesticato dalle responsabilità e dai doveri. Dove soprattutto esiste il rispetto per l’individuo, sia esso maschio o femmina!

In fondo se si “lavora assieme” nn è meglio????

Pubblicato il 4/7/2006 alle 10.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web