.
Annunci online

WarmSun
I want a simple life!
28 aprile 2008
L'Asino nel pozzo

Un giorno l'asino di un contadino cadde in un pozzo.
Non si era fatto male, ma non poteva più uscirne.
L'asino continuò a ragliare sonoramente per ore, mentre il proprietario pensava al da farsi.
Finalmente il contadino prese una decisione crudele: concluse che l'asino era ormai molto vecchio e che non serviva più a nulla, che il pozzo era ormai secco e che in qualche modo bisognava chiuderlo.
Non valeva pertanto la pena di sforzarsi per tirare fuori l'animale dal pozzo.

Al contrario chiamò i suoi vicini perché lo aiutassero a seppellire vivo l'asino.
Ognuno di loro prese un badile e cominciò a buttare palate di terra dentro al pozzo.

L'asino non tardò a rendersi conto di quello che stavano facendo con lui e pianse disperatamente.
Poi, con gran sorpresa di tutti, dopo un certo numero di palate di terra, l'asino rimase quieto.

Il contadino alla fine guardò verso il fondo del pozzo e rimase sorpreso da quello che vide.
Ad ogni palata di terra che gli cadeva addosso, l'asino se ne liberava, scrollandosela dalla groppa, facendola cadere e salendoci sopra.

In questo modo, in poco tempo, tutti videro come l'asino riuscì ad arrivare fino all'imboccatura del pozzo, oltrepassare il bordo e uscirne trottando.

La vita andrà a buttarti addosso molta terra, ogni tipo di terra.
Principalmente se sarai dentro un pozzo.
Il segreto per uscire dal pozzo consiste semplicemente nello scuotersi di dosso la terra che si riceve e nel salirci sopra.

Ricorda le cinque regole per essere felice:

1- Libera il tuo cuore dall'odio.

2- Libera la tua mente dalle preoccupazioni.

3- Semplifica la tua vita.

4- Da'di più e aspettati meno.

5- Ama di più e... accetta la terra che ti tirano addosso, poiché essa può costituire la soluzione e non il problema.




permalink | inviato da WarmSun il 28/4/2008 alle 14:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
3 gennaio 2008
comeOrmesullasabbia....
....d'un tratto mi volto 
e vedo orme sulla sabbia
che vengono verso di me
arrivano a me
mi spavento
in parte ricoprono i miei piedi
mi tengono legata alla terra
ho paura
e allora guardo il cielo
guardo il sole
guardo il mare
e la sabbia
....e sorrido....
sono solo le mie orme



permalink | inviato da WarmSun il 3/1/2008 alle 16:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
23 dicembre 2007
diLuneracconto
"il mio cuore piange lacrime di silenzio sangue
donato e non capito
rimane congelato tra mani che non lo curano
verso l'ignoto a me, muovono senza pensiero
ho sfidato la sorte e raggiunta e attirata
come una preda è caduta
son caduta
ella respira nel mio respiro
e di me e in me si nutre
ma sfiorarla non posso
e dal mio amore si scansa
quale amore può venire dopo il più grande amore
ignobile incantesimo fu fatto
vivere accanto a persone che di rifiuto
alimentano il mio fato
io imploro chi tiene ancora il suo cuore di farsi avanti
e porre fine a questo strazio"



permalink | inviato da WarmSun il 23/12/2007 alle 0:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
16 novembre 2007
Momenti di Vita di X e Y
 
X: "Amore, sono tre giorni di fila che a metà mattina mi si slaccia il reggiseno"

Y: "E aloraaaaaaaaaa....ma che hai le tette perforanti??? O tieni gli ormoni tipo popcorn???"




permalink | inviato da WarmSun il 16/11/2007 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
23 ottobre 2007
La forza della Parola

"La Parola è lo Spirito Divino,
l'intelletto centrale e universale che realizza e perpetua il miracolo della Creazione ...
La Parola è l'Essere in quanto Atto esterno della Essenza Divina"



La Parola crea...
Siamo quello che diciamo...




permalink | inviato da WarmSun il 23/10/2007 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
19 ottobre 2007
Con tatto

Succede di rado ... ma succede!
E' una di quelle esperienze che ti riempiono di Amore per un bel pò di tempo.
E' il CONTATTO UMANO!
Una miscela di frizzante energia che fluisce nel momento, di comprensione e accettazione.
A molti le parole "contatto umano" non diranno molto.
Per altri il mio post sembrerà inutile ... "eh...cazzo! Ogni giorno c'ho contatto umano...in metro, sull'autobus, tutti belli pigiati addosso a me. Che schifo! Ma chi è questa che gode in questo modo???"
:-D
hihihihihih....mi sembra di sentirli!
Ma per me ieri è stato un giorno importante, ho aperto il mio Cuore e tutto il mio Essere ad una persona a me cara ... giù la  m-a-s-c-h-e-r-a ....ahhh! E lui ... dolcemente, con il fare di uomo saggio, ha accolto e onorato il mio CON-TATTO e condivisione.
Momenti rari, momenti per i quali vale la pena di vivere questa avventura chiamata Vita!
CON-TATTO




permalink | inviato da WarmSun il 19/10/2007 alle 8:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
27 settembre 2007
Emozione allo stato solido



permalink | inviato da WarmSun il 27/9/2007 alle 17:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
29 gennaio 2007
"Nel mondo d’oggi, esistono due tipi di povertà: la povertà provocata dalla mancanza di cibo, di abiti e di riparo e la povertà generata dalla mancanza d’amore e di compassione.
Delle due è della seconda che bisogna preoccuparsi per prima, perché se il nostro cuore è pieno d’amore e di compassione, potremo servire con sollecitudine coloro che mancano di cibo, abiti e riparo."
Amma, Mata Amritanandamayi



permalink | inviato da il 29/1/2007 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
13 dicembre 2006
l'omossessualità è contro natura?! :-)
In mostra a Oslo una ricerca sui comportamenti sessuali
Il bisonte? E' il più gay tra gli animali
Un fenomeno imprevisto: l'omosessualità si manifesta in 1.500 specie. Dal tricheco bisex alle tecniche di conquista dei leoni
 
Un bisonte (Internet)
Un bisonte (Internet)
Molti animali sono gay:
il fatto è abbastanza assodato nel mondo degli studiosi. Meno assodato è che anche autentiche icone della virilità, come i bisonti americani, siano stati sorpresi e immortalati in atteggiamenti e pose inequivocabili. I maschi sono più grossi delle femmine: possono raggiungere anche i 190 centimetri di altezza al garrese e pesano in media 750-900 chili. Lunghi studi nelle mandrie delle praterie nordamericane hanno portato a una conclusione: tra i maschi, i rapporti omosessuali sono più comuni di quelli eterosessuali. Lo studio dei comportamenti e dei costumi sessuali negli animali ha portato a conclusioni sorprendenti.

I maschi adulti dei trichechi, per esempio, sono bisex: durante la stagione degli amori si accoppiano come da copione con l'altro sesso; nel resto dell'anno si trastullano invece con esemplari più giovani. «L'omosessualità è stata ora osservata in più di 1500 specie animali e il fenomeno è stato ben descritto per 500 di esse» sostiene Peter Bockman coordinatore della mostra «Contro Natura?» inaugurata qualche giorno fa a Oslo, presso il Museo di Storia Naturale dell'Università e aperta sino al agosto 2007, la prima al mondo che affronta questo tema. «L'argomentazione che l'omosessualità non può essere accettata perché contro le leggi della natura può essere ora confutata dal punto di vista scientifico — osserva ancora Bockman —. La continuazione della specie attraverso la riproduzione non è l'unico scopo delle attività sessuali in cui sono coinvolti diversi animali, uomo compreso. Il rapporto tra animali dello stesso sesso può essere utilizzato per creare alleanze e protezione tra i partner. In situazioni in cui la specie è bisessuale, come nel caso degli scimpanzé nani, le relazioni omosessuali possono consentire quindi di consolidare i legami sociali».

Fino a qualche decina di anni fa l'omosessualità, osservata principalmente in animali addomesticati o esemplari selvatici tenuti in cattività, veniva bollata come una espressione anomala della sessualità animale (se non addirittura una patologia) e ricondotta a diverse cause scatenanti, come la presenza di individui dello stesso sesso confinati in una gabbia o in un recinto (come nel caso delle carceri umane), o carenze o eccessi di ormoni sessuali o un difetto di informazione (imprinting errato) nelle prime fasi di vita di un animale. Allevando ad esempio pulcini maschi di anatra per più di tre mesi in assenza di una presenza femminile, una volta adulti questi tendono a formare coppie dello stesso sesso. L'intensa attività di campo di biologi sta cambiando gli orizzonti, sollevando la cortina su questi comportamenti considerati «deviati» da una parte della scienza e della società e rendendo sempre più labile il confine tra omosessualità e eterosessualità. I maschi di delfini tursiopi sono, ad esempio, generalmente bisessuali, ma vivono periodi di esclusiva omosessualità. Nelle balene grigie le interazioni omosessuali sono abbastanza frequenti. Il 40% della popolazione maschile di galletti di roccia ( Rupicola rupicola), uccelli della foresta amazzonica, è coinvolta in attività omosessuali e una piccola parte di questa non si accoppia mai con delle femmine.

C'è chi, tra le coppie gay animali, ha addirittura risolto il problema della maternità. E' il caso dei cigni neri in cui può accadere che un partner della coppia omosex si riproduca regolarmente, per appropriarsi poi dell'uovo deposto dalla partner e incubarlo poi con il compagno. I due possono, in alternativa, anche arrivare a scacciare dal nido la coppia eterosessuale, adottandone le uova; un comportamento osservato anche nei fenicotteri. Ci vuole però prudenza nel dichiarare gay un animale, in quanto un comportamento apparentemente omosessuale, può essere a volte finalizzato alla trasmissione di uno specifico messaggio. Succede tra i leoni. Un giovane maschio si avvicina a un adulto recitando la parte di una femmina in calore, un meccanismo che tipicamente serve a bloccare l'aggressività. Una bella tattica, utilizzata per non essere aggredito. Ai nostri occhi, però, quel felino è gay. Roberto Furlani
Roberto Furlani



permalink | inviato da il 13/12/2006 alle 9:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
24 novembre 2006



permalink | inviato da il 24/11/2006 alle 11:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
20 novembre 2006

Immagine Me&You



anche a me qualcuno ha insegnato a urlare con efficacia tra la folla!!!

guardatevelo!




permalink | inviato da il 20/11/2006 alle 15:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
15 novembre 2006
I costi dei politici, quelli sì sono impazziti di Mario Cervi

Non mi càpita spesso - per la precisione quasi mai - d'essere d'accordo con i senatori diessini Cesare Salvi e Massimo Villone. Ma le loro proposte di legge per l'abbattimento dei costi della politica sarei pronto - per quanto ne ho letto sui quotidiani - a sottoscriverle in toto: testo e motivazioni. Spiegano Salvi e Villone che centodue membri del governo - l'attuale governo, per intenderci - sono uno sbaglio gravissimo, che nel resto d'Europa il numero dei ministri e sottosegretari è al disotto dei cinquanta, e che qui, in casa Prodi, sta il vero impazzimento, non nelle teste degli italiani. La cura dimagrante dovrebbe riguardare anche Montecitorio e Palazzo Madama, non più di 600 tra deputati e senatori contro i mille attuali (la Casa delle libertà aveva in realtà previsto, a scadenza differita, una riduzione del numero dei parlamentari, ma la furia distruttrice del centrosinistra nei confronti d'ogni iniziativa berlusconiana ha azzerato anche questa modesta e comunque utile iniziativa). Riduzione inoltre del numero dei consiglieri regionali, tagli alle faraoniche indennità, eliminazione di enti inutili.
In complesso, secondo i calcoli dei senatori citati e del deputato Valdo Spini, si potrebbe realizzare un risparmio di 4-6 miliardi di euro: che pur non essendo risolutivi per il bilancio statale un aiuto consistente lo darebbero. Ma ancor più che il vantaggio monetario conterebbe l'esempio di autodisciplina offerto al Paese da una classe politica che al Paese stesso indirizza spesso e volentieri moniti di rigore e di sacrificio, ma che predica bene e razzola male.
È apprezzabile il fatto che, nella loro requisitoria contro gli sprechi, Salvi e Villone abbiano preso di mira la maggioranza cui appartengono: soggetta alle imposizioni e ai veti d'una veterosinistra di piazza e di caviale che a starla a sentire - Pecoraro Scanio docet - è in grado di risistemare l'orbe terracqueo, ma se gli si dà una drogheria da gestire la fa fallire in un mese. Ho scritto che firmerei, poco badando alla matrice ideologica, i disegni di legge contro le dilapidazioni e le generosità della politica in una Italia a stecchetto.

Aggiungo sùbito che ho una certezza: di quelle misure austere non si farà niente. Già s'è visto che qualche timido conato di risparmio è stato prontamente eluso, con sotterfugi e cavilli, da coloro che avrebbero dovuto subirlo.
Gli sperperi della politica e dell'amministrazione sono stati messi in discussione infinite volte - Raffaele Costa ne sa qualcosa - e infinite volte, passata l'onda emotiva d'una breve indignazione, sono sopravvissuti. Non è una questione di destra o di sinistra. È una questione di Palazzo, è il chiudersi a riccio di corporazioni privilegiate che - non si sa in forza di quali meriti, e con quali mezzi - sono riuscite ad affermarsi come le meglio remunerate e le più intoccabili d'Europa. L'accresciuta autonomia delle Regioni - per lo più rette dalla sinistra - è stata dalle stesse lestamente utilizzata non per scopi di bene comune, ma per accrescere il numero e impinguare le buste di assessori e consiglieri. L'idea balzana che i costi superflui e immani della politica debbano essere drasticamente ridotti sarà sepolta da un silenzio bipartisan, e tacitata con accuse di demagogia e di qualunquismo a carico di chi voglia risfoderarla.
Deputati e senatori discuteranno della riforma pensionistica che da molti viene ritenuta necessaria per evitare la bancarotta dei conti previdenziali, e che inciderà sulla vita di milioni d'italiani, ma vorrei tanto che i parlamentari, prima d'occuparsi del rigore cui assoggettare la gente da mille euro o meno al mese, rinunciassero agli scandalosi privilegi pensionistici di cui godono. Se non fosse per i contenuti fiscali il dibattito sulla finanziaria sarebbe divertente, un Hellzapoppin' quotidiano che avrebbe senz'altro ispirato la comicità di Groucho Marx. Ma vedrete che d'abbattimento di costi della politica non si parlerà più, e se ne accennerà di sfuggita con commenti riduttivi: un problema minore, ben altri sono i nodi da risolvere. E se invece cominciassimo proprio da questi che non esigono calcoli e contrappesi complicati? Si taglia e basta, l'uomo della strada ne sarebbe contento.




permalink | inviato da il 15/11/2006 alle 17:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
7 novembre 2006

Tratto da: http://partitogiovani.splinder.com/

La Moratti "elargisce" poltrone d'oro

 foto tratta da: http://www.letiziamoratti.it/


Sono 55 i nuovi dirigenti di Palazzo Marino con retribuzioni annue lorde da oltre 200 mila euro.

Oggi, da bravo milanese, vorrei parlare del classico modus operandi all'italiana che sfortunatamente non conosce più differenze tra le cosidette "destra e sinistra". Prendiamo ad esempio l'amministrazione Moratti di Milano. Sono state distribuite a pioggia consulenze, ovviamente a persone di "fiducia" reclutate SENZA CONCORSO (in alcuni casi non posseggono nemmeno i titoli di studio che la legge richiede...).

La giunta di Milano, ricorrendo alla solita sventagliata di delibere ha "rimodellato" la struttura  amministrativa comunale addirittura aumentando il numero delle direzioni. Complessivamente sono 55 i nuovi dirigenti con una spesa complessiva del Comune per quasi 8.000.000 di euro all'anno. Ma come fa un bilancio a sostenere questi super manager che molto spesso sono sprovvisti di un benché minimo straccio di laurea (ad es. Riccardo Albertini è un ex vigile con un passato da sindacalista della Uil che dopo aver presieduto l'INPS di Milano si è fatto eleggere alle comunali del 2001)?

Ora è stato nominato tramite contratto, Responsabile delle politiche del lavoro e dell'occupazione con un onorario annuo lordo di 203.000 euro. Meglio ancora è andata a Carmela Madaffari una ex maestra elementare di Santa Cristina d'Aspromonte (Reggio Calabria) che è passata ad amministrare le Asl della sua regione e che aveva tentato di candidarsi con l'Udc. La Moratti le ha offerto il posto da Responsabile delle politiche per la famiglia con un onorario annuo lordo di 217.000 euro. Sempre dalla Calabria è approdata a Milano Roberta Biasi (nata nel 1980 è la meno pagata con 44.000 euro l'anno) con la mansione di giornalista al seguito del sindaco (La Moratti, per la sua immagine, ha arruolato 9 professionisti per un costo di 700.000 euro all'anno, forse l'immagine conta più della sostanza?).

L'ex portavoce di Albertini, Emanuela Rossi di Marignano (112.000 euro) è riuscita a resistere al cambio di giunta come Alberto Bonetti Baroggi (già capo di gabinetto nella precedente amministrazione) che si è visto riconfermare la qualifica a 140.000 euro l'anno, nonostante nel frattempo sia stato eletto alla Regione (ma per una questione di dignità, non dovrebbe dimettersi da una delle 2 cariche anziché percepire 2 stipendi?).

Infine, il capolista della Moratti (Piero Borghini) tra i non eletti, si è risollevato il morale con 279.000 euro l'anno come direttore generale. L'opposizione ha annunciato un esposto alla Corte dei Conti, ma perché non siamo tutti noi milanesi che sudiamo 7 camicie per arrivare a 1.000 euro netti alla fine del mese ad intervenire e a mandarli tutti a casa?

Marco Petroni - un cittadino di Milano

Fonte dati e fatti dell'articolo: Il Mondo - settimanale economico del Corriere della Sera

 

fosse tutto qua cari Signori!
Come se nn bastasse, vi scrivo altre chicche: l'Assessore Maiolo ha sfrattato delle persone da un'ufficio del palazzo di Via Larga, 12, per ristrutturarlo come bagno personale privato - sì, xchè lei nn può farla dove la fanno le altre! - Inoltre si sta facendo mettere le porte blindate nei corridoi che passano davanti ai suoi uffici fregandosene della legge sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
un altro Assessore con sede negli Uffici Pirelli dalla sera alla mattina ha sfrattato un intero piano di uffici mandandoli un pò di qua e un pò di là, per fare i suoi di uffici. Ha ristrutturato il piano facendo il pavimento in wengè (uno dei legni più costosi nel mercato) e porte in cristallo finemente lavorate il tutto per la modica cifra di 150.000€, un'altro che nn so dove abbia sede si sta facendo fare una cucina in ufficio, sì, perchè loro che fanno riunioni fino a tardi hanno pur diritto di farsi fare una spaghettata dalle segretarie!
Poi i dipendenti stanno ammassati in ufficietti che sembrano sgabuzzini, hanno computer obsoleti, che non funzionano, o addirittura senza i programmi necessari per lavorare...

Ci lamentiamo dei dipendenti comunali (in certi casi abbiamo pure ragione, ma come in ogni realtà lavorativa!), ma vi assicuro che c'è molta gente valida che viene mortificata e limitata, e lasciata a fare niente perchè dirigenti (pagati 200.000€/anno) non sanno come organizzare, programmare e distribuire il lavoro!
 
 

Tratto da: http://partitogiovani.splinder.com/

 




permalink | inviato da il 7/11/2006 alle 11:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
3 novembre 2006




perché l’amore può presentarsi nelle più svariate forme ed accompagnarsi a notevoli sorprese

è più grave vedere due uomini che si baciano
o un uomo che spara ad un altro uomo?

eppure i primi vengono condannati
e i secondi osannati!




permalink | inviato da il 3/11/2006 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa
23 ottobre 2006
sssssss.....silenzio.....perchè parlare?



















permalink | inviato da il 23/10/2006 alle 16:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
18 ottobre 2006

una nuova speranza
un nuovo gruppo di persone
una nuova Italia




http://partitogiovani.splinder.com/




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 14:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
12 ottobre 2006
...alla fine vogliamo tutti la stessa cosa...




                                                          ...essere Amati!




...cosa pagherei per riuscire a farlo con costanza da sola!



permalink | inviato da il 12/10/2006 alle 8:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
10 ottobre 2006

Notizia del 9 ottobre 2006 - 16:55

 

L'Italia è strozzata dalla morsa della nuova Finanziaria e loro si fanno il ritocchino economico

 

di Gianni Pennacchi

Pensavate che i senatori fossero da meno dei deputati? Quest’ultimi si sono aumentati l’indennità mercoledì scorso, e i “padri” hanno atteso soltanto una settimana per adeguarsi. Sai com’è, tocca ai giovani sfondare. Ma se alla Camera la busta paga parlamentare se l’erano aumentata del 4% abbondante per l’anno prossimo, visto che quest’anno l’avevano tagliuzzata rispetto al 2005 (totalizzando però un aumento dell’8,2% nel 2008), a Palazzo Madama che di tagliarsi qualcosa non ci pensan proprio se l’aumentano anch’essi e allegramente del 4,23%.
Alla faccia dell’inflazione programmata e ancor più della stangata che il governo di centrosinistra ha appena varato con la Finanziaria per il 2007, a beneficio del popolo sovrano. Le nostre buste paga oltre tutto, son tassate sino all’ultimo centesimo. Quelle di lor signori invece, non va dimenticato, son tassate soltanto parzialmente. E ora se le aumentano pure. Al Senato, con lo stesso candore - è un eufemismo, ovviamente - di Montecitorio: perché anche qui i senatori questori hanno il coraggio di dire che «è prevista una riduzione del 10% sull’indennità e i vitalizi dei senatori, con un risparmio di 24 milioni di euro».
Dov’è il mendacio? Lasciamo parlare le cifre del bilancio interno approvato ieri dall’aula del Senato pressoché all’unanimità. Spesa complessiva per lo stipendio dei 322 senatori, comprensiva di indennità parlamentari, diarie e compensi vari, nel 2006: 80 milioni 360 mila euro. Per il 2007: 83 milioni 760 mila. Nel 2008: 86 milioni 760 mila. Insomma, 3 milioni di euro all’anno in più. Però va detto che l’anno prossimo, sì quello della stangata per la gente comune, un senatore ci costerà 260.124 euro, imponibili solo in parte limitata. Mentre un deputato, anch’egli a tassazione paritariamente molto ridotta, ci costerà 10 mila euro in più, per l’esattezza 272.120.
Dei vitalizi, cioè le pensioni degli ex senatori, inutile dire: essendo agganciati alle indennità dei senatori in carica, crescono anch’essi automaticamente e proporzionalmente. Consolazione riparatrice e risparmiatrice: le spese per i viaggi degli ex, ovviamente a carico di Palazzo Madama, restano ferme per l’intero triennio a un milione 400 mila euro all’anno.
Come i loro colleghi deputati, il collegio senatoriale dei questori - Gianni Nieddu Ds, Helga Thaler Autonomie, Romano Comincioli Fi - si sbraccia però a sbandierare austerità e rigore, annunciando in tre anni «tagli alla spesa complessiva per 70 milioni di euro». Lasciamo parlare ancora le cifre, quelle della dotazione finanziaria (che son poi i soldi del contribuente che il palazzo si fa dare dal Tesoro): erano 471 milioni di euro nel 2005, son saliti a 487 milioni nel 2006, saliranno a 503 nel 2007 e a 519 milioni di euro nel 2008. Vi sembrano tagli, questi? Per far la prova del nove, dalla voce d’entrata andiamo a quella d’uscita. Totale dei capitoli di spesa corrente e in conto capitale nel 2005: 500 milioni 26 mila 400 euro e 5 centesimi. Preventivate nel 2006: 566 milioni 510 mila euro. Previste nel 2007: 582 milioni 339 mila. Nel 2008: 601 milioni 180 mila euro. Non c’è niente da fare, conta e riconta la spesa non diminuisce affatto e invece aumenta, anche qui molto più dell’inflazione programmata.
Ma c’è unità di intenti e di parola tra i due rami del Parlamento. I quali ora, probabilmente per indorar la stangata da propinare ai contribuenti, hanno scoperto il gioco delle tre carte in uso nelle fiere del santo patrono e a Porta Portese: spendono e spandono con l’acceleratore, gonfiano il loro stipendio, ma proclamando invece che stan tagliando a tutto spiano e senza misericordia.
Se son così generosi con se stessi, volete che si mostrino avari coi loro dipendenti? È noto che anche per lo Stato ci son figli e figliastri, ma gli oltre mille dipendenti a ruolo del Senato non possono lamentarsi se il monte delle retribuzioni che quest’anno è di 126 milioni e mezzo di euro, salirà a 136 l’anno prossimo e a 146 milioni di euro nel 2008: un aumento salariale del 16% in due anni. Non che i circa 1.800 dipendenti di Montecitorio piangano, se lì il totale delle retribuzioni sale dai 212 milioni 600 mila euro di quest’anno a 222 milioni e mezzo l’anno prossimo e a quasi 230 milioni nel 2008. Però aumentano «soltanto» dell’8%, la metà rispetto ai lavoratori di Palazzo Madama. Segno forse che Franco Marini, come sindacalista, è sempre più bravo di Fausto Bertinotti?

http://controcorrente.ilcannocchiale.it/?




permalink | inviato da il 10/10/2006 alle 9:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
29 settembre 2006
Seghe mentali

Cara WarmSun,

da un po’ di tempo mi frulla in testa una frase, un pensiero che nn riesco a togliere, continuo a cercare di analizzare in modo razionale l’idea, il detto, su cui mi avvinghio come un serpente su di un ramo

“chi la fa l’aspetti”

ma che insieme di parole è questo?

perché … cioè … in che senso?

cosa vuol dire esattamente?

è vero?

succederà anche a me?




permalink | inviato da il 29/9/2006 alle 8:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
3 agosto 2006

Discorsi di coppia:

 

X: Ma tu hai mai fatto il test HIV?

Y: Sì, l’ultimo 6 mesi fa, perché?

X: Io nn l’ho mai fatto

Y: Ma hai avuto molte donne?

X: Bhè…nell’ultimo anno sì, molte!

Y: Come? Ma scusa, sono 11 mesi che stiamo assieme, e tu hai avuto molte donne nell’ultimo anno?

Ah…bene!




permalink | inviato da il 3/8/2006 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (24) | Versione per la stampa
31 luglio 2006

Il Parlamento approva l'indulto

 

Sono entusiasta per questa decisione dei nostri politici…

Bravi

Bravi!

Signori e Signore,

ecco la nuova moda autunno-inverno…

 

il gatto e la volpe               


la banda bassotti              


Arsenico Lupin                         


Occhi di gatto                 

E chi più ne ha più ne metta!

 

Da oggi tutti possiamo avere una villa (magari abusiva) nel più bell’angolo del Paese, dove più desideriamo, una macchina nuova super accessoriata e super costosa, una vacanza da sogno in giro per il mondo, denaro in tasca, soggiornare nei più lussuosi hotel, cinema, teatri, stadio, treni, aerei, visite mediche, cure per la nostra salute, tutto gratis, dormire e riposarci, studiare e accrescere la nostra cultura… smettiamola di andare a lavorare … e quando abbiamo bisogno di denaro, basta una piccola truffa, un furto …

 

 

Tanto…

 

Poi ci danno l’indulto!!!

 

APPLAUSI

APPLAUSI

APPLAUSI AI POLITICI ITALIANIIIIIIIIII




permalink | inviato da il 31/7/2006 alle 11:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa
28 luglio 2006

in riferimento al post di ieri (qui sotto) ... bhè... forse bisognerebbe licenziare loro, no???

http://liberoblog.libero.it/politica/bl4365.phtml

http://liberoblog.libero.it/economia/bl4360.phtml




permalink | inviato da il 28/7/2006 alle 11:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
27 luglio 2006

Niente lavoro per gli omosex 

http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl4353.phtml

 

non ho parole!

bigotti, ipocriti e falsi...




permalink | inviato da il 27/7/2006 alle 11:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
24 luglio 2006

Il criceto è un roditore appartenente alla famiglia dei cricetidi (sottofamiglia cricetinae). La sottofamiglia contiene circa 18 specie, classificate in sei o sette generi. Quasi tutti hanno tasche guanciali espandibili per trasportare il cibo e sono notturni.



(post ironico per LaCimo e Mamba!!!)

e voi di che specie siete???






permalink | inviato da il 24/7/2006 alle 9:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
21 luglio 2006

...è un tempo in cui non ho voglia di raccontarmi,
ma di vivere!




permalink | inviato da il 21/7/2006 alle 12:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
7 luglio 2006
Il tutto è uno!



permalink | inviato da il 7/7/2006 alle 11:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
5 luglio 2006



Li hanno zittiti!!!




permalink | inviato da il 5/7/2006 alle 8:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
4 luglio 2006

Ieri ho letto un articolo in cui parlavano con dati alla mano dell’impressionante aumento dei divorzi degli ultimi anni in Europa, e di conseguenza dell’aumento delle persone che decidono di vivere da sole. 

Poi leggo del sistema patriarcale, delle famiglie a stampo patriarcale, della società basata sul patriarcato, della struttura sociale e gerarchica della Chiesa a stampo maschilista, (addirittura all’interno dei conventi delle suore), della sfera sessuale fallocentrica… 

Vado a casa di un mio amico per fare dei lavori e, mentre lo aspetto, la moglie mi confida che nn ce la fa più, che prima o poi dovrà andare via xchè sta male a causa del marito, continua a trattarla con disprezzo e senza rispetto, provocando stati di nervoso, stress, depressione, ulcera allo stomaco, problemi alle vene delle gambe, emorragie pesanti e preoccupanti ad ogni mestruazione, le figlie e il figlio tutti in analisi da psicologi…

e lui?

…la sua unica preoccupazione…

il lavoro e …!

Un padre e marito incapace di dare Amore, un padre completamente assente nella vita delle figlie e del figlio ma autoritario e arrogante e violento nell’economia domestica, nn ha la minima idea di cosa sia questa “economia domestica”, però per lui spendono sempre troppo, povero, lui a lavorare tutto il giorno e loro che spendono e se la spassano!!! (così sostiene lui!)

(30 anni di matrimonio) 

Poi finisco in casa di una coppia di ragazzi sposati nel 2004, e mi ritrovo davanti ad una situazione che mi lascia senza parole…

Durante la chiacchierata con noi, lui ha continuato a dire alla sua giovane sposa “e vai a prendermi questo” “a vai a fare quell’altro” “e sposta di qua” “e fai così”

(COSAAAAAAAAA????????????)

(2 anni di matrimonio)

(sono aperte le scommesse su quanto dura ‘sto matrimonio!!!)

Poi guardo alla mia famiglia e rivedo quanto pesantemente e in modo anche negativo, la figura di mio padre, in quanto maschio, abbia condizionato la vita di tutti noi e quanto ancora mia madre sia succube di lui.

(35 anni di matrimonio)

Poi rivedo la mia di vita! tutte le mie esperienze, rileggendole in chiave diversa, adesso che capisco i meccanismi inconsci che mi hanno condizionato.

E penso:

“ma chi glielo fa fare ad una donna di sposarsi al giorno d’oggi?”

“e ponendo il caso che una si sposi, per Amore, per un questione “sociale”, “Il coronamento e il sigillo dell’Amore”, pensando che sia la giusta via da prendere, quanto durerà? Quanto rinuncerà ad Amarsi per Amore di suo marito?”

(Speriamo che suo marito nn sia come gli esempi di cui sopra! ;)

Ora nn dico che questo sia l’unico motivo di separazione, sarebbe estremamente semplicistico, riduttivo, banale, però credo che la società maschilista abbia ormai i giorni contati!!!

Credo che le donne nn abbiano più intenzione di passare sempre in secondo piano, di stare sempre all’ombra (se nn peggio), degli uomini.

La società, (grazie a Dio!) sta passando dalla famiglia patriarcale alla famiglia nucleare, dove la convivenza nn è più basata su ruoli rigidi, ma su ruoli naturali che seguono l’essere di una persona, addomesticato dalle responsabilità e dai doveri. Dove soprattutto esiste il rispetto per l’individuo, sia esso maschio o femmina!

In fondo se si “lavora assieme” nn è meglio????




permalink | inviato da il 4/7/2006 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
19 giugno 2006



permalink | inviato da il 19/6/2006 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa
14 giugno 2006

MOMENTANEA-MENTE
IM-PRODUTTIVA

MOMENTANEA-MENTE
IM-PRODUTTIVA

MOMENTANEA-MENTE
IM-PRODUTTIVA

MOMENTANEA-MENTE
IM-PRODUTTIVA




permalink | inviato da il 14/6/2006 alle 11:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 33553 volte

E-mail:
pap78@hotmail.it

Andamento Lento
www.iovalgo.biz

Partito Giovani
http://partitogiovani.splinder.com/

Tutti sono simili per le cose che dicono;
solo le azioni rivelano le differenze......

 

Vola
ed in un momento sei da sola,
nessuno è più con te,
perché chi vola ha sempre più paura di chi resta giù

 

Non esistono donne fatali...
ma solo uomini cretini...
(Anonimo)

 

La mia sofferenza,in un certo senso,

dipende dal fatto che io

veramente non sono un uomo :

IO SONO TROPPO SPIRITO

 

“non siamo esseri umani con un’esperienza spirituale

siamo esseri spirituali con un’esperienza umana”


"Ciò che siamo nn cambia mai, ma chi siamo cambia continuamente!"

la felicità è dietro l'angolo!
ma se il mondo è tondo?


"Cosa importa se sono un pochino insignificante, un pochino sleale e se nessuno apprezza tutte le mie notevoli doti...la fantasia,l'erudizione,le capacità letterarie?
Sono contento di poter contemplare me
stesso,poichè ogni uomo è interessantissimo, si proprio così,
interessantissimo..." (Vladimir Nobokov)

nn vorrei mai svegliarmi una mattina pensando che sto con una persona solamente per nn rimanere sola

Regala ad ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita!

Non tutte le verità son per tutte le orecchie
(Umberto Eco)

"Potrete ingannare tutti per un pò.
Potrete ingannare qualcuno per sempre.
Ma nn potrete ingannare tutti per sempre"
(Abramo Lincoln)

"E' un bene che gli abitanti della nazione nn capiscano abbastanza il nostro sistema bancario e monetario, perchè se lo facessero, credo che ci sarebbe una rivoluzione prima di domattina"
(Henry Ford)




Cambiamo governanti. Prendiamo il sole! Facciamo girare le pale! Vietato fumare! Mandiamo i partiti a quel paese. Non le solite facce



IL CANNOCCHIALE